Le sedie per i bambini - Teatro le sedie

VIA VEIENTANA VETERE, 51 - 00188 ROMA
Vai ai contenuti

Le sedie per i bambini

 LE SEDIE PER I BAMBINI OGNI MESE UNO SPETTACOLO



3 novembre 2019

PARLA COI LUPI
 
di idalberto Fei
 
con Idalberto Fei (narratore); e con Domenico Turi (musicista), Angelica Fei Barberini (burattinaia)
 
Uno scrittore, un musicista, un burattinaio per raccontare quelle fiabe delle montagne italiane che narrano l’incontro dell’uomo e della donna con il lupo. Paura, certo, ma anche amicizia e reciproco aiuto. La prima storia comincia in Val d’Aosta, dove un contadino sta tornando a casa con il suo carretto, già pregusta la pace del focolare, già annusa l’odore delle salsicce, ma il mulo si arresta all’improvviso, si impenna, l’uomo cade dal carretto: in mezzo alla strada un grande lupo gli sbarra il passo e lui non è armato! Che fare? La disperazione gli suggerisce l’unica cosa possibile, prova a parlare con il lupo, gli suggerisce un patto e… Tratto dal libro Fiabe dalle montagne italiane di Idalberto Fei.




1° dicembre 2019

L’AltroClown e La Valigia di Cartone
 
RISATE IN VALIGIA
 
scritto, diretto e interpretato da Roberto D’Alonzo
 
scene, costumi e pupazzi Naomi Lazzari
 
Cosa facciamo se stiamo dormendo, suona la sveglia ma non la sentiamo? E cosa facciamo se suona la sveglia, dobbiamo fare uno spettacolo ed il pubblico è già li che ci aspetta? Ed ancora cosa facciamo se suona la sveglia , non la sentiamo, dobbiamo fare uno spettacolo, il pubblico è già li che ci aspetta e abbiamo solo una valigia piena di oggetti e costumi? A dare risposta a tutte queste domande ci pensa lui, “L’Altro Clown” personaggio buffo e goffo, pieno di poesia e magia. Infatti, catapultato in questa situazione così irreale, tenta di porre rimedio a tale disfatta improvvisandosi musicista, mago, funambolo, “ballerina”, aitante maestro di arti marziali, investigatore e concludendo in una sfrenata corsa motociclistica. Ad accompagnare il nostro protagonista in questa avventura, sarà uno strano pupazzo dalle sembianze “umane”, pronto ad intervenire, quando possibile, per recuperare gli errori commesi dal povero sventurato. Tutto questo, arricchito da colori, suoni e un pizzico di “magia”, portato in scena con la semplicità e la sensibilità del clown non potrà far altro che farci sognare tra risate e allegria.
 
(Genere : Clownerie e teatro di figura Età: adatto per tutte le età; durata: 70’)




1 dicembre 2019

IL GIARDINO DEL SIGNOR BOUFFIER
scritto, diretto e interpretato da Alessio Pala
Il teatro è vuoto. Immaginiamo una valle… In scena non ci sono personaggi. immaginiamo un ragazzo ed un pastore, il signor Elzéard Bouffier... All’inizio c’è tanto silenzio. immaginiamo il suono del vento, degli uccelli e di tutta la natura… In questo posto non ci sono alberi. Immaginiamo di piantarli, di farli crescere e di… ssshhh- Immaginiamo una foresta … Costruiamo un giardino.




26 gennaio 2020

ALADINO E LA LAMPADA MAGICA
 
adattamento, riduzione e regia Gianni Pontillo
 
con Davide Bellisario, Maurizio Carbonari, Deborah Caroscioli, Ilaria De Iuliis, Edoardo Di Giuseppe, Lorenza Incitti, Alessandro Navarino, Giorgio Solieri; organizzazione Deborah Caroscioli; costumi Agnieszka Goszezynka
 
È uno dei più celebri racconti de Le Mille e una Notte, eppure non fa parte della raccolta originale. La storia è quella di Aladino, un giovane squattrinato che vive nella capitale del Catai (l’antica Cina). Per caso, Aladino entra in possesso di una magica lampada e può realizzare tutti – ma proprio tutti tutti – i suoi desideri, persino sposare la figlia del sultano e farsi costruire un gigantesco palazzo dorato in una sola notte. Ma niente succede per caso, e qualcuno cercherà di impossessarsi della magica lampada. Aladino e la lampada magica è una fiaba molto conosciuta ma poco raccontata. È probabilmente la fiaba che più è stata oggetto di adattamenti e rifacimenti, forse questa è la ragione che ha spinto gli autori ad allontanarsi dalle versioni più recenti e famose, e a raccontare una storia caratterizzata da nuovi elementi e personaggi. Il racconto proviene fino a noi dall’antica Persia con un bagaglio di fascino esotico ancora intatto e ricco di spunti per nuove interpretazioni. Pur recuperando alcuni elementi della versione originale, gli autori hanno voluto introdurvi un insegnamento esemplare, un percorso di crescita e di evoluzione dei protagonisti.




9 febbraio 2020

SALTIMBANCO E NARRATTORE NELLA CITTA’ DEL CARNEVALE
 
di e con Valentina Conti e Matteo Paino
 
SaltINbanco e NarraTTore sono due buffi clown che con la loro valigia stracarica di ogni possibile stramberia, vaganodipiazza in piazza, di città in città, di teatro in teatro raccogliendo e raccontando ai bambini e alle bambine le storie e la storia del teatro e delle feste più importanti della nostra tradizione: carnevale. Saltinbanco e Narrattore sono eccitati all'idea di conoscere il Re Carnevale e la sua corte di maschere e personaggi, ma giunti sotto il suo castello sentono un gran silenzio e s’insospettiscono. Sarà Colombina a spiegar loro cosa è succeso: il Re si è ammalato, non ride più e mangia a malapena. Il carnevale è in pericolo. Maschere, giocoleria, trampoli e musica animeranno e coloreranno questo viaggio alla scoperta di una delle tradizioni teatrali più importanti del nostro paese: la Commedia dell'arte e il suo magico incontro con la festa più amata dai bambini e dalle bambine, il CARNEVALE!



8 marzo 2020

AIKO E L’ORSO DELLA LUNA BIANCA
di e con Carla Taglietti e Valentina Turrini
Una Maestra di cucina e la sua Allieva accolgono il pubblico nella loro casa; nel paese da cui vengono non è usanza lasciare l’ospite senza un dono. Le due donne vorrebbero offrire un tè, ma non hanno tazze per tutti, così decidono di raccontare una storia. In un teatrino d’ombre prende forma la storia di Aiko: suo marito, tornato a casa da una lunga guerra, non è più quello di prima, il dolore lo ha cambiato; così Aiko decide di chiedere aiuto alla Guaritrice… Solo un pelo lucente dell’Orso della luna bianca potrà guarirlo. Aiko è una donna che sa amare ed è pronta a compiere il lungo viaggio fino alla tana dell’Orso. Corpo in ombra, sagome, suoni e canti tradizionali dalle steppe dell’Asia Centrale e narrazione si alternano per raccontare questa storia ricca di spunti per riflettere. In questo antico racconto di iniziazione, affrontando la paura nell’incontro con il selvaggio e sacro Orso, la protagonista apprende l’importanza della cura e della quiete. Le attrici, al termine dello spettacolo, dialogano con il pubblico svelando alcuni segreti del teatro d’ombre.




19 aprile 2020

L’AltroClown e La Valigia di Cartone
RISATE IN VALIGIA
scritto, diretto e interpretato da Roberto D’Alonzo
scene, costumi e pupazzi Naomi Lazzari
Cosa facciamo se stiamo dormendo, suona la sveglia ma non la sentiamo? E cosa facciamo se suona la sveglia, dobbiamo fare uno spettacolo ed il pubblico è già li che ci aspetta? Ed ancora cosa facciamo se suona la sveglia , non la sentiamo, dobbiamo fare uno spettacolo, il pubblico è già li che ci aspetta e abbiamo solo una valigia piena di oggetti e costumi? A dare risposta a tutte queste domande ci pensa lui, “L’Altro Clown” personaggio buffo e goffo, pieno di poesia e magia. Infatti, catapultato in questa situazione così irreale, tenta di porre rimedio a tale disfatta improvvisandosi musicista, mago, funambolo, “ballerina”, aitante maestro di arti marziali, investigatore e concludendo in una sfrenata corsa motociclistica. Ad accompagnare il nostro protagonista in questa avventura, sarà uno strano pupazzo dalle sembianze “umane”, pronto ad intervenire, quando possibile, per recuperare gli errori commesi dal povero sventurato. Tutto questo, arricchito da colori, suoni e un pizzico di “magia”, portato in scena con la semplicità e la sensibilità del clown non potrà far altro che farci sognare tra risate e allegria.
(Genere : Clownerie e teatro di figura Età: adatto per tutte le età; durata: 70’)




Via Veientana vetere 51 Roma - Tel. 3201949821 | Fax. 0633615618
Torna ai contenuti